05 maggio 2005

 

Quello che mangiamo senza saperlo


Non c'è sull'etichetta, è il titolo del libro di Lawrence Felicity edito da Einaudi. Un volume da leggere tutto di un fiato.

Non ci fidiamo più di ciò che mangiamo. Sbandiamo da una paura all'altra, mentre nel mondo le coltivazioni sono in crisi. Una manciata di rivenditori e fornitori ha un controllo senza precedenti su alimenti che sono il più delle volte adulterati. Felicity Lawrence segue in giro per il mondo la storia di alcuni dei cibi più comuni della nostra tavola, dalla fattoria fino all'industria e il bancone del supermercato; e scopre perché gli gli scarti del manzo finiscono nei polli, perché un terzo delle mele prodotte viene distrutto, perché i vini hanno spesso lo stesso sapore... Senza tralasciare quegli intricati effetti della globalizzazione che sommano lo sfruttamento dei lavoratori ai danni ambientali.



Commenti: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

IMPORTANTE: Cucina & Ironia viene aggiornato senza alcuna periodicità, non rappresenta pertanto una testata giornalistica. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a cibitalia@cibitalia.com, verranno immediatamente rimosse.