30 settembre 2003

 

Attentato...si tratta di Attentato !

E' un attentato! Ovviamente ai danni del popolo italiano.
Il sig. Antonio Marzano, ministro delle attività produttive, si è gettato avanti per non cadere!
Per tutto il 2004 siamo a rischio Black-out!
Secondo me, gatta ci cova. Prestissimo ci sentiremo dire ::l'avevo detto::

Meditiamo...


25 settembre 2003

 

Speculate, speculate

Eh, eh, eh...Non voglio fare il profeta in patria però, qualche mese fa, sul forum di Cibitalia, avevo detto, Silvia aveva replicato sperando invano in un ping pong con gli addetti ai lavori e non, che bisogna darsi una regolata con i prezzi e di scendere con i piedi in terra. L'era delle poesie è finita. Cliccate qui, tutti voi che non avete seguito: , ora mi accorgo, casualmente, proprio perchè credo in quel che dico e non acquisto guide, pagelle e fesserie varie, che uno dei più autorevoli giornalisti del settore, ed io lo sostengo da tempo, Daniele Cernilli, in un editoriale del Gambero Rosso di Giugno 03 dice, e riporto il testo per intero:
"Negli ultimi tempi me la sono presa parecchio con i produttori di vino, responsabili a mio parere di avere, chi più chi meno, portato il prezzo dei loro prodotti su livelli insostenibili per la maggior parte degli appassionati. il tutto perchè, con la'pertuta di nuovi mercati, la domanda è stata tale da indurre parecchi vitivinicoltori a sfruttare il momento d'oro per portare a casa quanto più danaro possibile. E' vero, ci sono stati anche quelli che hanno investito molto, che hanno acquistato vigneti, che hanno ristrutturato cantine. Ma questo non giustifica il fatto di voler rientrare, in un paio d'anni, dei soldi spesi, aumentando in modo esponenziale i prezzi. Però, se volgiamo essere giusti fino in fondo, non sono solo loro i colpevolidegli aumenti. Come la mettiamo, infatti, con quei ristoratori che ricaricano dalle tre alle quattro volte i prezzi dei vini? E con quegli enotecai che li raddoppiano? Come spiegare a tutti voi lettori, che certi distributori contingentano alcuni vini molto gettonati e ne condizionano la vendita al fatto di dover acquistare molti altri prodotti che sono molto meno interessanti e ben più difficilmente commerciabili? Aggiunge Cernilli che trattasi di miopie commerciali, speculazioni e ipocrisia citando anche Beppe Severgnini che in un articolo sul Corsera parla di "Talebani del Vino". Signori miei tutto questo è riconducibile anche al mondo degli "Alimentari". Ricordiamoci, conclude Cernilli, speculare vuol dire anche osservare, almeno in latino. Torniamo al significato classico del termine e diamoci tutti una regolata.

Facciamolo in fretta perchè il Titanic sta affondando.

Pasquale



15 settembre 2003

 

Pasta Show seconda edizione a Napoli

Il termine "Macaroni "" o Mangiamaccheroni ” è stato da sempre utilizzato in senso denigratorio per identificare i poveri emigranti italiani in terra straniera. Fu però grazie all'intensa attività di quei "poveri emigranti", seri e capaci imprenditori industriali e ristoratori italiani (o di origine italiana) che oggi "Sua Maestà la Pasta" gode in tutto il mondo di una eccezionale rinomanza come poche altre espressioni del prodotto made in Italy. PASTASHOW intende celebrare proprio l'opera di questi nostri compaesani attraverso una Manifestazione che possa diventare uno
splendido "primo piatto" da condire e da gustare ..."al dente".
 


Con il patrocinio della Regione
Campania
, la Provincia
ed il Comune di Napoli, la
Provincia di Palermo
,
il Comune di Trabia (PA) e l'Associazione
italiana dietetica e nutrizione clinica
 prende il via  a
Napoli
, nei giorni 16-17-18-19 Ottobre  alla Stazione
Marittima
del Porto dì Napoli, nella centralissima Piazza
Municipio
, di fronte al Maschio Angioino e a pochi passi dal
Teatro San Carlo
e da Piazza del Plebiscito,  la manifestazione giunta alla seconda edizione che vede protagonista indiscussa la pasta, alimento principe della Dieta Mediterranea.


Napoli e' , senza dubbio il luogo ideale per celebrare l'antica Arte Bianca, in grado di fondere cultura, gusto e tradizioni con l'innovazione commerciale ed industriale del settore.

Il Villaggio PASTAshow sarà allestito  su una superficie di oltre 10.000 mq, tra strutture fieristiche e congressuali, sarà composto da più aree perfettamente integrate tra loro e studiate per rendere il villaggio accessibile e fruibile sia agli operatori professionali che al grande pubblico,
con un chiaro orientamento dei percorsi di visita. 
 





 

Le Ricette della tradizione vegetariana indù

Angela Fiorentini e Jaja Murthy

Presentato all'Enoteca Il Colonnino di via Sant'Andrea a Pisa, "Le ricette della cucina vegetariana indù",

Lavoro nato dalla collaborazione tra Angela Fiorentini, esperta e laureata in religione dell'India e Jaya Murthy, trasferitasi a Pisa nel 1984 dove ha conseguito una laurea in lingue e letterature straniere, pubblicato dalle Edizioni ETS e' stata l'occasione per organizzare a una festa molto colorata a cui vi hanno preso parte, appassionati, moltissimi amici, e curiosi durante la quale le due autrici hanno offerto anche una piccola degustazione di piatti tipici indiani, cucinati per l'occasione dalla stessa Jaya Murthy.
Questo piccolo capolavoro di 104 pagine, 10 euro ha riscosso uno straordinario successo anche all'ultima edizione del Salone del libro di Torino, e si propone di presentare il menù tradizionale nella sua forma ortodossa vegetariana. La prima parte del lavoro si apre con una breve e facile introduzione storica sul vegetarianismo in India, che va dalle sue radici millenarie nei testi delle rivelazione delle sacre scritture, sino alla propaganda della non-violenza concretizzatasi con l'avvento del Mahatma Gandhi. Segue un viaggio gastronomico nel sub-continente, un'indagine sulla tradizione delle spezie, e, per concludere, la descrizione degli utensìli da cucina. La seconda parte e ricca di una serie di preziose ricette presentate in ordine di portata, sempre nell' intento di essere il più possibile fedeli a quello che è un vero e proprio rituale religioso del cibo. Soprattutto si tratta di un rapporto tra il cibo e la religione indù che è stato descritto attraverso le preparazioni. Gli ingredienti elencati nelle ricette sono tutti reperibili anche in Italia nei negozi specializzati , vi e' infatti in appendice un elenco di alcuni negozi dove si può acquistare tutto l'occorrente per un pranzo vegetariano indù, e i nomi dei migliori ristoranti del settore. A conclusione, un glossario delle spezie principali.

E' possibile acquistare il libro sul sito delle Edizioni ETS



10 settembre 2003

 

ALLA FINE HANNO APPROVATO LA LAPIDAZIONE DI AMINA

Il Tribunale supremo della Nigeria ha ratificato la condanna a morte per
lapidazione di AMINA; ha solamente posticipato l'esecuzione di due mesi per permetterle di allattare il suo bambino.
Trascorso questo termine la sotterreranno fino al collo e l'ammazzeranno
a sassate, a meno che una valanga di dissensi non riesca a dissuadere le
Autorità Nigeriane. Amnesty International chiede il tuo appoggio tramite la tua firma nelle sue pagine web. Mediante una campagna di firme come questa si salvò in passato un'altra donna, Safiya, nella stessa situazione. Sembra che per AMINA abbiano
ricevuto pochissime firme.
Contatta subito:
www.amnistiapornigeria.orgoppure: www.amnistiaporsafiya.org e firma per AMINA
Non pensare che non serva a niente: all'altra donna salvò la vita.
Fai circolare questo messaggio fra le persone che sai sensibili a questa
orribile minaccia di morte. Fallo subito, io l'ho già fatto.

Pasquale

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

IMPORTANTE: Cucina & Ironia viene aggiornato senza alcuna periodicità, non rappresenta pertanto una testata giornalistica. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a cibitalia@cibitalia.com, verranno immediatamente rimosse.