24 giugno 2004

 

Mala tempora currunt

Una delle migliori gastronomie di Roma, nonchè locale storico, Lo zio d'America, ha chiuso i battenti per morosità. Altre 75 persone, che costituiscono l'organico dell'attività, sono a spasso. La chiusura del locale ha sollevato l'interesse della parlamentare dei Comunisti Italiani, Gabriella Pistone che, sull'argomento, ha presentato un'interrogazione parlamentare al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali.

Ne seguiranno altre, state tranquilli. Ormai il trend è palese e per questo dobbiamo ringraziare le nostre amministrazioni che continuano, imperterrite, a dispensare permessi e autorizzazioni per l'apertura di nuovi e moderni "Ipermercati" (vedi IPERCOOP di Aprilia).
La colonizzazione del modello americano ormai è diventata inarrestabile. E' una sorta di D-Day camuffata da falsa opulenza il cui obiettivo è quello di distruggere l'attività di vicinato.

E' ancora possibile una controffensiva?


Commenti: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

IMPORTANTE: Cucina & Ironia viene aggiornato senza alcuna periodicità, non rappresenta pertanto una testata giornalistica. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a cibitalia@cibitalia.com, verranno immediatamente rimosse.