06 marzo 2004

 

Fat-business

La lotta all'obesità non conosce confini geografici né distinzioni di età. In Francia, il ministro della scuola, con una circolare a tutti i presidi, abolisce la merendina di metà mattina ritenuta dannosa per il metabolismo dei bambini. Non sono escluse Scuole superiori e Università. Intanto negli U.S.A. è stato deciso che il denaro speso per le diete dimagranti potrà essere dedotto dalla dichiarazione dei redditi. Secondo quanto riferisce il New York Sun i pazienti potranno detrarre le spese superiori al 7,5% del loro stipendio lordo, a condizione che la dieta sia stata prescritta da un medico. A Seattle, però, una tassa anti-ciccia prevede che vengano pagate imposte sui cibi grassi, e su tutti quei beni e quei servizi che agevolano una condotta di vita sedentaria: biglietti di cinema e teatro, videogiochi, noleggi di videocassette e Dvd.
In Messico invece qualcuno ha pensato di lucrare sul "lardo" altrui. E' nato infatti "Freedom Paradise" un hotel da 112 stanze a sud di Cancun in Messico, paradisiaco davvero specie per chi ha qualche chilo di troppo. Al momento si tratta infatti del primo e unico Club Vacanze "obesi-friendly", ovvero dove non vengono fatte discriminazioni nei confronti di clienti grassi. Tutt'altro, l'offerta prevede servizi ad hoc per loro, dalle piscine con maniglie, alle docce extra-large. Anche l' E-commerce non sta a guardare. Su Amplestuff.com si può comprare di tutto , dai giganteschi ombrelli alle prolunghe per le cinture di sicurezza dell'auto, fino alle auto stesse, le XXL, progettate per oltre 500 chili di carico. Su Fatcities.com, un mega portale per obesi si può acquistare un sofà per mille dollari, con otto gambe e una superficie capace di reggere oltre i 200 chili.



Commenti: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

IMPORTANTE: Cucina & Ironia viene aggiornato senza alcuna periodicità, non rappresenta pertanto una testata giornalistica. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a cibitalia@cibitalia.com, verranno immediatamente rimosse.